HOME PAGE DIREZIONE AZIENDALE  COLLEGIO SINDACALE O.I.V. DIPARTIMENTI

UNITA' OPERATIVE

MAPPA OSPEDALE  
Ti trovi in: Dipartimento Scienze Mediche >>  Unità Operative Sanitarie >> UOSD

                                                                                                    

UOSD FISIOPATOLOGIA EPATICA CON SERVIZIO DI ASSISTENZA PER I TRAPIANTATI E I TRAPIANTANDI EPATICI  (SATTE)
  
Responsabile Prof. Rosario Cuomo (f. f.)


 

Ubicazione: Edificio D   Piano 0
 

satte@ospedale.caserta.it

   

 

RECAPITI TELEFONICI

Telefono segreteria UOSD SATTE orario 13.00-14.00
0823 232913

Telefono presidenza AITF 0823 232910

Fax AITF 0823 232714

Dott. Pietro Rocco – Sala Visita Medica 0823 232912

Sala Infermeria (accettazione, prelievi, terapie infusonali, back office) 0823 232913

Fax SATTE 24h 0823 1761357

Fax SATTE (orario 8-14) 0823 232713

ÉQUIPE MEDICA

Dott.ssa Giovanna Valente

Personale Infermieristico
Sig.ra Maria Sgambato
Sig.ra Pasqualina Tagliafierro
Sig.    Nicola Faenza 

La UOSD SATTE è inoltre la sede operativa dei volontari della AITF (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato) della Provincia di Caserta, che svolgono funzioni di supporto per gli Utenti

 

 

Attività e obiettivi

L’UOSD SATTE è una struttura epatologica di alta specializzazione che svolge attività di diagnosi e trattamento delle malattie epatiche, soprattutto se avanzate, oncologiche e con la prospettiva del trapianto di fegato, nonché di follow-up del paziente subito dopo il trapianto di fegato e negli anni a seguire (terapia immunosoppressiva, prevenzione della recidiva della malattia epatica di base, virale e non, sorveglianza oncologica, ecc).

L’attività clinica è espletata attraverso l’adozione di linee guida epatologiche internazionali e di protocolli condivisi con i principali Centri Italiani di Trapianto di Fegato, 
garantendo così ai pazienti gli standard adeguati di assistenza.

L’UOSD SATTE è il centro di Riferimento della provincia di Caserta per i pazienti trapiantati di fegato. La sua attuale dotazione di personale e di apparecchiature è dipesa dal finanziamento regionale del Progetto SATTE.

L'esperienza condotta positivamente da anni insieme all'AITF ha costituito un modello pilota in Regione Campania della gestione decentrata rispetto al Centro Trapianto del paziente epatopatico prima e dopo il trapianto di fegato.

Il SATTE “prende in carico” il Trapiantato o Trapiantando Epatico e garantisce la migliore assistenza possibile per tutto l’iter diagnostico-terapeutico, utilizzando di routine un approccio multidisciplinare e tutte le competenze specialistiche fornite dall’AO.

Il SATTE costituisce una forma di ospedalizzazione intermedia per questi pazienti con accessi frequenti e assolve il compito di evitare la maggior parte dei viaggi fuori regione o presso il Centro Regionale della AO Cardarelli di Napoli, per molti di difficile accesso.
 

Attività di ricerca e aggiornamento

L'UOSD SATTE partecipa a studi clinici controllati multicentrici nell’ambito del trapianto di fegato e promuove l’aggiornamento professionale continuo del proprio personale organizzando e partecipando ai corsi obbligatori in Ospedale, a congressi nazionali e internazionali, anche attivamente con comunicazioni oppure con relazioni e moderazioni.
 

Modalità di accesso

Il SATTE opera con gli strumenti amministrativi della visita specialistica ambulatoriale e del ricovero in Day Hospital, oltre a seguire pazienti in regime di ricovero ordinario presso altre Unità Operative dell’Azienda Ospedaliera, soprattutto presso la UOC Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, dalla quale il SATTE origina e con la quale condivide molti obiettivi.
 

Ambulatori

Il SATTE partecipa all’attività Ambulatoriale epatologica del Centro Prescrittore “Gastroenterologia”.

La prenotazione per la visita epatologica avviene tramite il CUP (MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ACCESSO).

La prenotazione della visita nel SATTE del paziente già iscritto (trapiantato/trapiantando/oncologico), oppure in programma di controllo “intensivo” di terapia speciale, può essere effettuata direttamente dal paziente al SATTE per telefono.

Un primo accesso “urgente” può essere richiesto dal Medico di Medicina Generale o dal Medico del Centro Trapianto direttamente a un Medico del SATTE in orario mattutino.

In questi casi l’urgenza dell’accesso “open” è attestata al CUP direttamente dal personale del SATTE sulla impegnativa (per visita epatologica o visita gastroenterologica) come autorizzazione ad evitare liste di attesa.

 

 

^Torna Su^

aggiornamento: ottobre 2020